Ernie inguinali - RomaChirurgia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ernie inguinali

Patologie e trattamento
CHE COS’E’ L’ERNIA

L’ernia è la fuoriuscita di un viscere addominale attraverso un difetto della parete.
I muscoli e le ossa che circondano l’addome impediscono ai visceri addominali dal fuoriuscire in normali circostanza. La pelle ed il grasso sottocutaneo non oppongono alcuna resistenza  e si distendono in presenza di ernia. Le ernie possono manifestarsi ovunque nell’addome ma si presentano il piu delle volte in alcune zone di debolezza dove un minimo difetto puo progressivamente allargarsi. I punti più comuni di insorgenza di ernie sono: regione inguinale—questo èla sede più frequente nell’uomo perché la parete attraversata dall funicolo spermatico presenza una zona di debolezzaattraverso i muscoli;  Crurale – qui il punto di debolezza è dove i grossi vasi sanguigni dell’addome passano alla coscia iii) Ombelicale – l’ombelico rappresenta un’altra zona di debolezza  iv) Incisionale o laparocele – la cicatrice dopo un intervento chirurgico è più debole dei tessuti circostanti e puòlacerarsi e formare un ernia v) Epigastrica – questa ernia insorge tra l’ombelico e lo sterno.

FATTORI PREDISPONENTI

Non è sempre possibile identificare quando un’ernia è insorta. Le rnie sono spesso associate a debolezza dei muscoli o ad un aumento della pressione endoaddominale o entrambe. Spesso si possono rilevare i seguenti fattori:  • sollevamento di pesi  • sesso maschile • Obesità • bronchite cronica, stipsi • pregressi interventi chirurgici


I SINTOMI DELL?ERNIA

Frequentemente l’ernia non prodce nessun sintomo. Quando sono presenti i sintomi possono essere: • una tumefazione che aumenta e nella  posizione eretta o con gli sforzi • dolore, fastidio • sttrozzamento

COMPLICANZE

L’ernia non può guarire da sola. Con il tempo le ernie tendono ad ingrandirsi perché il difetto dei muscoli addominali tende ad aumentare e maggior contenuto addominale tende a fuoriuscire. Con il passare del tempo aumenta il rischio di sviluppare delle complicazioni. Quando il contenuto erniario uscito non è più in grado di rientrare si parla di incarceramento e queso causa maggior fastidio o dolore. Quando la vascolarizzazione del contenuto erniario è compromessa perché la porta erniaria non permette il passaggio del sangue allora si parla di strozzamento. Questo causa ischemia dei tessuti con possibile gangrena e perforamento dei visceri cavi con gravi ripercussione infettive locali e generali. La sintomatologia diventa severa con dolore, arrossamento locale. In questo caso occorre operare d’urgenza.

Caso Clinico

Un signore di circa 45 anni giunge in ambulatorio chirurgico per un rigonfiamento incostante all’inguine di destra. Tale tumefazione aumenta in corso di sforzo fisico e si riduce a riposo e soprattutto al risveglio. Tale tumefazione non è particolarmente fastidiosa anche se talvolta produce dolore puntorio.
Alla visita chirurgica si conferma la diagnosi di ernia inguinale riducibile. In considerazione delle buone condizioni generali del paziente è indicato il trattamento chirurgico in regime di DH.

QUANDO BISOGNA OPERARE

Tutti i pazienti che sono in grado di essere sottoposti ad intervento chirurgico dovrebbero essere essere operati prima che poossano insorgere delle complicanze. I pazienti con ernia strozzata richiedono intervento chirurgico d’urgenza

DOMANDE FREQUENTI

Potrò continuare a praticare esercizio fisico e a sollevare pesi?  Si, sebbene esista il rischio di una nuova ernia, esso è minimo dopo la riparazione dell’ernia con una protesi. Il chirurgo stabilirà quando è possibile tornare agli esercizi fisici praticati in precedenza (generalmente 4-6 settimane dopo l’intervento chirurgico).
Cosa devo fare se l’ernia si strozza prima dell’intervento chirurgico programmato? Se l’ernia improvvisamente diventa dolorosa, non si riduce o la cute al di sopra si arrossa è necessario contattare al più presto un consulto medico per la possibile necessità di dover operare d’urgenza.
La protesi rimarrà in sede per sempre? Si. In generale la rete viene progressivamente incorporata nei tessuti rendendoli maggiormente resistenti e rducendo il rischio di recidive.

CONSIGLI GENERALI

L’ernia è una patologia molto comune.
La maggior parte delle volte richiede un trattamento chirurgico in elezione in regime di Day Hospital. Questo significa che il paziente dopo aver eseguito tutti i test necessari all’intervento chirurgico in regime ambulatoriale, viene ricoverato il mattino, operato e dimesso dopo alcune ore.
Talvolta invece il trattamento dell’ernia richiede un intervento d’urgenza: quando il contenuto erniario non riesce più a tornare all’interno dell’addome. Non è possibile prevedere quando un’ernia si complicherà con lo strozzamento, è pertanto consigliabile una valutazione chirurgica in ogni caso di dubbio in modo da trattare precocemente l’ernia e prevenire le complicanze.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu